Il vibratore Mystim per orgasmi elettrizzanti

Tempo fa contattati l’azienda Mystim per vedere se riuscivo ad avere uno dei loro vibratori che oltre a vibrare hanno anche la funzione di lasciare piccole scariche elettriche. Ero proprio curiosa di sentire cosa si provasse!

Ora, non pensate che siano vere scariche elettriche tipo da prendere la scossa. Queste scariche si basano sulla elettrostimolazione, quegli impulsi che vanno ad attivare la contrazione dei muscoli e che vengono usati da professionisti per la riabilitazione muscolare o per chi vuole provare a vedere se possono sostituire gli addominali per avere una pancia a tartaruga.

Mi rispondono positivamente e mi chiedono di scegliere il modello. Hanno diversi vibratori uguali per le loro funzioni ma diversi per la forma, e se mi leggete da un po’ avrete capito che forme diverse stimolano le vagine in modi diversi.

Io ho scelto il vibratore Mystim Sizzling Simon – Black Edition, ha una forma a goccia che va a massaggiare la vagina quando lo si muove dentro/fuori, e ha delle onde che servono a massaggiare intensamente sia il punto G che l’entrata vaginale.

Sizzling Simon – Black Edition

 

La prima volta che l’ho provato ho avuto il mio secondo orgasmo vaginale.

Si, me lo ricordo bene! Ho scelto il modello con le crestine perchè mi ero proprio immaginata che sarebbe andato a stimolare come si deve sia il mio punto G che l’entrata della mia vagina, così avida di forme irregolari e non lisce. Inoltre la forma a goccia è quella che fa un massaggio ulteriore quando lo si muove poco una volta dentro.

Non so quanto di quel orgasmo fosse dovuto alla forma o alla prima esperienza con gli impulsi elettrici.

Come lavorano questi impulsi?

beh, fanno contrarre i muscoli. Una volta inserito in vagina se lo si prova senza muoverlo e senza vibrazione e si attiva il programma Mystim, ecco che gli impulsi fanno contrarre i muscoli del perineo e della vagina seguendo ovviamente il tipo di programma scelto. Contrarre i muscoli porta a una maggiore stimolazione del clitoride, soprattutto delle braccia che avvolgono l’entrata vaginale. Anche se ho notato che con alcuni programmi il formicolio piacevole arriva anche al glande del clitoride. Ed è una sensazione unica!

Le vibrazioni e gli impulsi elettrici hanno due comandi separati così che si possano provare anche separatamente. Le vibrazioni si attivano con il tasto dedicato e se lo si continua a premere cambia il tipo di vibrazione (ben 8 programmi!), mentre i tasti + e – servono per regolare l’intensità della vibrazione.

Gli impulsi elettrici hanno sempre 3 tasti, uno per dare il via e cambiare il tipo di impulso (5 modalità diverse più la 6 che serve per tonificare i muscoli del perineo) e i tasti + e – per regolare l’intensità.

Quando una delle funzioni è accesa, si illumina con luce bianca, mentre con il programma per tonificare i muscoli passa a luce verde.

Se lo si prova sulle mani alcuni possono già sentire un formicolio con l’intensità più bassa mentre altre persone devono aumentarla. Quello che però si sente sulle mani non è come quello che si sente in vagina poichè la vagina non è così innervata come il palmo delle mani.

Confesso che ero curiosa anche di provare questi impulsi su altre parti del corpo. Ho provato direttamente sulle piccole labbra e sul clitoride, ma ahimè è una sensazione troppo forte e per me diventa poco piacevole. Questo perchè le terminazioni nervose che si trovano sulla vulva sono maggiori rispetto a quelle che si trovano dentro la vagina. Infatti l’azienda suggerisce di spengerlo prima di toglierlo.

Viene accompagnato da due campioncini di lubrificante, uno normale all’acqua e uno che amplifica le sensazioni degli stimoli elettrici.

Ma l’ho provato sui capezzoli e con mia grande sorpresa, ho scoperto che è assai piacevole. Un formicolio che dal clitoride quasi mi arriva alla fica con un effetto a lunga durata.

L’ho provato anche sul corpo, in base alla intensità scelta e ai punti toccati e a quanto si preme sulla pelle/ciccia. si può sentire di più o di meno.

Ad esempio sulle mani si sente molto e si dovrebbe iniziare sempre con l’intensità più bassa.

Su altre parti del corpo dipende.

Vicino alle giunture, ad esempio all’interno del gomito si sente molto! E se l’intensità è molto forte l’effetto può essere quello automatico che il braccio si chiude perchè gli impulsi vanno a mandare un segnale ai muscoli del braccio di contrarsi. Un po’ come quando il martelletto picchia sotto il ginocchio e la gamba tira un calcio.

E’ un vibratore perfetto per anche per i giochi BDSM, sia per gli impulsi che si possono dare dentro la vagina che sulla vulva o sul pene, magari facendo delle prove prima per capire se la persona sopporta gli impulsi e a quale intensità. La mia vulva e clitoride sono molto sensibili, quindi non fanno testo. Come è anche carino il gioco che si può fare quando si lega la persona sottomessa: si possono andare a dare piccole scosse in giro per il corpo cercando di evitare le giunture per avere spiacevoli reazioni.

Ha anche un programma per l’allenamento dei muscoli del perineo. Funziona ad intervalli regolari così da indurre prima la contrazione e il successivo rilassamento dei muscoli. E’ buffo sentire come il vibratore si sposti verso il basso quando si attivano gli impulsi elettrici. Può essere usato dalle donne per mantenersi in forma. Se una donna avesse delle difficoltà con il proprio perineo (ipertono, incontinenza o perdite di urina, prolassi) suggerisco di fare una visita specializzata e seguire un percorso di riabilitazione.

Per gli amanti delle misure e dei dati tecnici:
  • lunghezza totale: 27 cm
  • lunghezza inseribile: circa 12 cm
  • circonferenza maggiore: circa 13 cm
  • diametro maggiore: circa 4 cm
  • 8 tipi diversi di vibrazioni con 5 intensità differenti
  • 5 diversi impulsi elettrici con 10 diversi livelli di intensità
  • 1 programma per tonificare i muscoli del perineo
  • fatto di silicone e ABS
  • waterproof
  • si ricarica con lo speciale cavetto usb che si collega magneticamente al sextoy con una simpatica forma che riprende il logo della azienda

Dicci la tua