Pene scroto ano: dove stimolare

Ho visto che spesso c’è il pensiero che l’unico punto in cui gode l’uomo sia solo il cazzo, e di quello come se esistesse solo il glande. Un po’ il solito pensiero comune che esiste per le fiche: ci si focalizza solo sulle cose conosciute.

Ora come per le donne, anche per gli uomini, godere non è sinonimo di orgasmo. Ci sono tantissime zone inesplorate che possono dare un po’ di piacere diverso dal solito, intenso piacere non collegato all’orgasmo, per arrivare ad altre zone e stimolazioni che finiscono con l’esplosione orgasmica.

Come per le zone della topa, anche ora citerò rapidamente i vari punti per poi dedicare a ognuno un capitolo a se.

Punti da stimolare sulla cappella e sull’asta del pene

Bene o male questo è un cazzo. Ha una cappella (glande per i più eruditi…e non “grande” letto da un cinese, anche se molte le preferiscono grandi, le cappelle) dove si trova il buchetto da dove esce piì o lo sperma, la base della cappella si chiam “corona” e spesso è piena di papule ovvero dei pirulini di ciccia più o meno pronunciati, può avere o meno il prepuzio (ci sono peni circoncisi in giro), e un asta. Questo è quello che si nota da sopra

Anatomy_of_the_human_penis
Da sotto e di lato la forma del cazzo cambia una un po’… La cappella è come se avesse la forma di un culo, con due chiappe. In cima alle chiappe c’è il buchetto, soto la riga delle chiappette c’è il frenulo. Appena sotto c’è una zona grande quanto una monetina che molti equiparano al punto G femminile per l’intensità di piacere che da all’uomo. Il frenulo continua fino alla base del pene con una specie di righina che continua fino allo scroto.

pene

E’ rinomato quanto sia piacevole la stimolazione diretta della cappella, è la zona più piacevole per l’uomo, e come capita alle donne anche con il loro glande del clitoride, alcuni uomini sono così sensibili che una stimolazione diretta con le mani è quasi impensabile, o una stimolazione a lunga durata potrebbe portare fastidio.
Sul glande c’è quel buchino da cui esce tutto insomma, quel buco può essere stimolato sia con lingua, che succhiando. Alcuni addirittura amano i cateteri o le penetrazioni con oggetti appositi.
La zona più piacevole della cappella per un uomo di solito son le chiappette e il frenulo, ma questo lo si sapeva già! Anche la corona del glande è molto piacevole se stuzzicata.

Una zona sconosciuta a molti è quella che si trova appena sotto al prepuzio, non è marcata da segni o rughe o altro, per trovarla basta stimolare con lingua o dita per capire esattamente in quel cazzo che si ha davanti dove si trova. Molti la chiamano il punto G degli uomini, ma credo che non abbia un nome preciso. Per comodità la chiamerò “la monetina”.

Scroto e perineo, una zona tutta da scoprire

Una zona che pochi sanno di avere è quella compresa tra la base del pene e il buco del culo, ano per gli amici. Qua c’è lo scroto con dentro le palle, il perineo appena sotto, tra i coglioni e l’ano.

perineo uomo punto L

Non so effettivamente in quante donne prestino attenzione agli scroti, forse gli uomini a cui piace il cazzo lo fanno sicuramente. Può essere baciata, leccata, farci i grattini con le unghie. I coglioni possono essere altresì succhiati, ma si deve prestare attenzione all’intensità e ai movimenti, che se si esagera può essere fastidioso fino a portare dolore.

La zona del perineo nasconde la base del pene, forse non tutti sanno che il pene ha radici profonde, che come l’asta o quasi di più, è sensibile e porta piacere. Inoltre hanno individuato in questa zona il punto L che non corrisponde con la stimolazione della prostata. Infatti può essere stimolato sia con la suzione (stimolato quindi dalla suzione che si fa sull’uretra, il tubicino che porta fuori tutto) che esternamente con pressioni e massaggi o vibratori.

anatomia pene e attaccatura pavimento pelvico

Quello che interessa dell’uomo internamente è la prostata e l’ano, almeno per quanto riguarda il piacere. La stimolazione dell’ano può essere delicata, come quando lo si lecca (rimming) o lo si massaggia, oppure più profonda con la penetrazione che può avvenire con le dita o con sextoys. La stimolazione della prostata richiede una stimolazione più profonda, la si può massaggiare con un dito o con giochini creati apposta per questo tipo di stimolazioni.

male1h

 

Come per la donna non è essenziale che si arrivi a un orgasmo, alcune zone se stimolate possono portare a un piacere diverso da quello dell’orgasmo ma altresì intenso.

Un commento

  1. Pingback: Handjob: non solo una semplice sega - Confessioni di un Clitoride

Dicci la tua